#7 📟 – Conta quello che ci fai, con i dati.

Newsletter che vi arriva il sabato dopo, perché anche io me l’aspettavo sabato scorso. Benvenutə su Digital Sabato 📟 e grazie che ti sei iscrittə


Sto provando un nuovo formato di newsletter, con più ciccia sui link e senza il pippone iniziale sul digitale. Ne seguono alcuni che esplorano quello che con i dati si potrebbe fare: Newsroom ci dice come potrebbe essere l’informazione, Ondata rende leggibile il piano nazionale vaccini, Progetto Itaca su quello che deve fare un progettista sociale (candidatevi!) e infine, senza collegamento se non quello delle mie ossessioni musicali, l’omicidio sperato di Vincenzo.

Una volpe del piccolo principe, che ha notato il ritardo in questa newsletter che, oramai lo ammetto, non uscirà ogni sabato.

  1. Reclamare il quarto potere
    Newsroom è una serie hbo uscita in tre stagioni tra il 2012 ed il 2014.
    La serie, programma feticcio della redazione del Post, che è rispettivamente il giornale feticcio per chi scrive e chi lo circonda, racconta l’America di dieci anni fa attraverso il retroscena di un notiziario via cavo.

    È impressionante vedere il racconto di come la società dei media fosse assolutamente incapace di reagire all’ascesa del Tea Party, alla progressiva radicalizzazione della società americana e quindi alla sua rappresentazione parlamentare. Ancora più impressionante è vedere che il protagonista è un repubblicano convinto, intelligente, razionale, che esprime idee a cui sono profondamente contrario in modo ineccepibile e sensato. È più facile sentirsi migliori quando l’avversario è Salvini, ed oggi che Trump ha finalmente perso, The Newsroom ti fa chiedere se, senza coronavirus, sarebbe successo lo stesso.

    Produrre informazioni che aiutino il cittadino a votare in modo informato equivale ad una scelta precisa, quella di reclamare il quarto potere, che viene presa come forma di ringraziamento alla società che ti permette di esistere e di informare.
    È perdonabile chi si comporta altrimenti?


  2. Mercoledì 27 Novembre 2024
    È il giorno in cui, al ritmo attuale, l’Italia riuscirà a vaccinare il 70% della popolazione. Esempio stupendo di informazione aumentata e spietata, perché se è vero che il calcolatore non tiene (volutamente) conto dei vaccini che sono stati resi disponibili, è anche vero che averlo a portata aiuta a comprendere meglio se ti stanno prendendo in giro, o meno.
    Pur utilizzando dati ufficiali, il sito è gestito da un’associazione culturale e non dallo stato. Rispetto ai dati che lo stato ha messo online, in cui vengono raccontati solamente il numero dei vaccini, questo calcolatore aiuta a dar loro un senso, mostrandoti quello che può succedere.
    Calcola anche tu, si può anche firmare!

  3. Usare il digitale per un lavoro tale
    Se abbiamo capito che le competenze tecniche su un singolo argomento sono da imparare volta per volta, tutta la vita, le competenze trasversali sono quelle su cui sappiamo che ci possiamo focalizzare.
    Come è fatto il lavoratore digitale del futuro, secondo Vodafone?
    Una persona che abbia competenze misurabili di capacità multi-tasking, ragionamento deduttivo, pensiero visivo e spaziale e memoria.
    Come misurarlo? Future Jobs Finder.Siamo tutti adatti al lavoro del futuro, basta allenarci. Il mio profilo su Future Jobs Finder.


  4. Usare i dati che conosciamo per dare un senso alla propria carriera.
    Progetto Itaca Milano, una delle realtà private più combattive nella tutela della salute mentale cerca un progettista sociale.
    Quante più persone si candidano, tanto migliore sarà la possibilità di scelta. Job4Good e Archive.

  5. Vincenzo io ti ammazzerò
    La spinosa questione dei diritti d’autore ha fatto registrare, nel 1978, una bellissima Milano e Vincenzo, su Spotify. In breve: Alberto Fortis è stato messo sotto contratto da una casa discografica intenta a mantenerlo fuori dal mercato. Il risultato? Una velatissima minaccia dal sapore artistico.

Hej! Ma sei arrivato fin qua? Grazie!
Cosa ne pensi di questa newsletter? Rispondimi pure, che mi fa un sacco piacere! Condividi con un amico, e se l’hai ricevuta da qualcuno, iscriviti dal pulsante qui sotto 🙂

Lascia un commento